L’ Endodonzia è quella branca dell’Odontoiatria che si occupa di curare i denti , cioè i canali dentali.

 

 endodonzia (2)L’Endodonzia ricopre un ruolo importantissimo perché consente di recuperare denti che altrimenti andrebbero persi. Infatti quando i batteri arrivano al nervo del dente (polpa) se non si trattano i canali e si sostituisce il tessuto nervoso del dente con del materiale sintetico il dente non sarebbe recuperabile. Eseguire una corretta terapia canalare non è semplice e non sempre è efficacie, infatti l’anatomia dell’endodonto può riservare sorprese. In ogni caso nella stragrande maggioranza delle situazioni cliniche si riesce a recuperare il dente e a mantenerlo ancora perfettamente efficiente in bocca per diversi anni. Molto spesso i denti devitalizzati diventando più fragili necessitano di essere incapsulati.

dente

La devitalizzazione è quindi una tecnica importantissima perchéconsente di recuperare denti che altrimenti andrebbero persi. Infatti quando i batteri arrivano al nervo del dente (polpa) se non si trattano i canali e si sostituisce il tessuto nervoso del dente con del materiale sintetico il dente non sarebbe recuperabile. Eseguire una corretta terapia canalare non è semplice e non sempre è efficacie, infatti l’anatomia dell’endodonto può riservare sorprese w dar luogo ad un insuccesso . Nella stragrande maggioranza delle situazioni cliniche, però, si riesce a recuperare il dente e a mantenerlo ancora perfettamente efficiente in bocca per diversi anni. Molto spesso i denti devitalizzati diventando più fragili necessitano di essere incapsulati.

con polpa si intende il tessuto molle che si trova all’interno del dente, costituito dai vasi sanguigni e dal nervo. L’obbiettivo dell’endodonzia è rimuovere tutta la polpa e riempire lo spazio lasciato vuoto con un materiale da otturazione, generalmente la guttaperca.

endodoncia

Nella prima seduta nella quale si effettua la devitalizzazione  di un dente di solito è necessario effettuare una anestesia locale; per completare la devitalizzazione di un dente  sono necessarie una o due sedute, in base alla situazione che incontra il dentistaIl compito dell’odontoiatra endodonzista sarà quello  daprire la camera pulpare (  la “casa” del nervo) e con degli strumenti molto elastici pulire i canali regolarizzandone la forma; durante queste manovre si utilizzano dei prodotti chimici per detergere e disinfettare i canali. Una volta che si sono puliti i canali e stabilita la lunghezza delle radici si procede a chiuderli utilizzando un materiale inerte ( di solito la guttaperca) in ultimo verrà eseguita la ricostruzione della corona del dente .La ricostruzione d’eccellenza di un dente trattato endodonticamente è la corona dentaria (capsula), anche se  l’otturazione semplice in composito può essere comunque efficace ma il suo impiego nei denti devitalizzati è limitato ai casi in cui la struttura residua del dente assicura una buona resistenza.


Il Dott. Pellegrino risponde :

le domande che spesso mi vengono poste dai miei pazienti in quest’ambito sono del tipo : perchè e quando bisogna devitalizzare un dente ? oppure che segni dà un dente che deve essere devitalizzato?

Le risposte sono abbastanza complesse ma per semplificare potremmo dire che un dente viene devitalizzato quando la carie (e quindi i batteri) invade lo spazio occupato dalla polpa, ovvero dopo aver distrutto tutto la strato di smalto e dentina, oppure quando il dente non è cariato ma va in necrosi, cioè perde la vitalità, in seguito ad un trauma.

Il dente inizia a dare i primi sintomi, cioè compare il classico mal di denti,  quando ormai la carie è molto estesa; in questa fase il paziente avverte dolore al freddo mentre con l’estendersi della carie il dolore diventa forte, spontaneo e pulsante (simile ad una nevralgia) ed occorre un trattamento d’urgenza per risolvere la fase acuta.