La Protesi Dentaria  è quella branca dell’Odontoiatria che si occupa della diagnosi, del piano di trattamento, della riabilitazione e del mantenimento delle funzioni orali, del comfort, dell’estetica e della salute di pazienti con condizioni cliniche associate alla mancanza di uno o più denti e dei tessuti ad essi adiacenti.

La riabilitazione viene effettuata per mezzo di protesi fisse (faccette, corone, ponti, intarsi) o rimovibili (dentiere, scheletrati) supportate da denti o radici residue, da impianti osteointegrati o dalle mucose che ricoprono le ossa mascellari.Nel nostro studio, vengono effettuate le più svariate tipologie di protesi grazie al supporto di colleghi odontoiatri che si occupano della materia e al contributo fornito dalle competenze di primari laboratori odontotecnici.

E’ possibile effettuare riabilitazioni con protesi mobili parziali in resina e scheletrate, o protesi mobili  totali. Queste tipologie di protesi mobile possono essere rese più complete grazie a sistemi ibridi che uniscono sistemi di protesi fissa a quelli di protesi rimovibile come avviene nelle protesi telescopiche o nelle protesi combinate.

Ovviamente anche tutto il campo delle protesi fisse spazia dalla realizzazione di faccette per la riabilitazione estetica, e di corone singole, alla realizzazione di ponti composti da più elementi dentari, alla protesi su impianti.

Grazie alla variegata e complessa merceologia che esiste nel campo delle protesi fisse è possibile avere validi risultati estetici disponibili per tutte le tasche.

La protesi può essere:

  • Fissa: in questo caso le protesi dentarie vengono fissate sulla radice o sul dente del paziente e non possono dunque essere rimosse. Gli impianti fissati sul dente assumono il nome di “corone”, mentre quelli che poggiano sui denti adiacenti sono chiamati “ponti”. Gli elementi fissati su impianti inseriti nell’osso prendono il nome di “Protesi su impianti”.
  • Mobile: con questo termine sono indicate tutte le protesi create con lo scopo di sostituire interamente o in parte l’arcata dentale; sono chiamate mobili perché possono essere rimosse facilmente dal paziente stesso. Le protesi fisse possono essere totali, parziali (se sono ancora presenti alcuni denti del paziente) o miste-scheletrate, quando la protesi viene posizionata su ganci o attacchi per migliorarne la stabilità.
  • Protesi implantare: questo tipo di protesi può essere sia fissa che mobile, a seconda che l’impianto si comporti come un dente naturale o sia necessario un impianto per ancorarla.
APPROFONDIMENTI:

Faccette e corone in disilicato di litio